Ciao a tutti amici di La Partita sfigata! Continua la nostra rubrica dedicata al calciomercato. Oggi vi presentiamo un nuovo acquisto che sarà uno dei protagonisti della nostra Lega sfigata nella prossima stagione.

L’11 luglio, dopo averlo corteggiato per più di un mese, il Brescia ha finalmente ufficializzato l’acquisto del portiere finlandese Jesse Joronen. Ma chi è il nuovo portiere delle rondinelle?

Chi è Jesse Joronen?

Classe 1993 e alto 1,97 Joronen, è un portiere dal grande fisico, bravo nelle uscite e capace di parate di altissima qualità. Il portiere della nazionale finlandese è cresciuto nel settore giovanile del Fulham dove esordisce nel 2014 giocando da titolare le prime quattro partite della Championship 2014/15. Un grave infortunio al ginocchio però lo mette k.o. e, dalla stagione successiva, iniziano vari prestiti nelle serie minori inglese. Nel 2017 il Fulham non gli rinnova il contratto e l’Ac Horsens lo acquista e lo porta in Superligaen, dove Jesse può mostrare finalmente tutte le sue qualità. Dopo una stagione da titolare, infatti, il Copenaghen lo acquista per meno di un milione facendo un vero e proprio affare. Qui vince il campionato danese e, soprattutto, diventa l’eroe della squadra quando nei preliminari di Europa League con un’incredibile serie di parate porta i suoi ai gironi ed elimina proprio l’Atalanta, storica rivale del Brescia. Proprio un bel biglietto da visita!

Una delle tante parate di Jesse Joronen contro l’Atalanta nei preliminari di EL.

Curiosità

Joronen è il terzo acquisto più caro della storia del Brescia, dopo Luca Toni e Andrea Caracciolo, due icone leggendarie del club. Il presidente Cellino ha investito per lui 5 milioni di euro, un’offerta molto importante che è servita a chiudere una vera e propria soap opera di calciomercato. Infatti, la dirigenza lombarda sembrava aver concluso l’affare già a giugno, ma l’ufficialità tardava ad arrivare, destando molti sospetti.

Joronen ha fatto parlare di sé, oltre che per le sue parate, anche per alcuni episodi molto curiosi. Nel 2014, durante il prestito all’Accrington in terza serie inglese, è riuscito a segnare addirittura dalla propria metà campo. Fuori dal campo, invece, si è fatto notare per la sua grande passione per la musica, così grande da fondare a soli 20 anni una casa discografica specializzata nel rock, la 325 Media. Passione condivisa con il presidente Cellino, al quale ha lanciato un messaggio «So che il presidente suona la chitarra, magari lo assumerò un giorno». Un vero e proprio personaggio, al quale auguriamo una stagione rock’n’roll!

 

Mariano Vitale