Buongiorno amici,

oggi al “Mapei Stadium” si affrontano Sassuolo e Parma.

È una sfida tra chi in Serie A c’è da poco, ma ci sta e ci sta bene, il Sassuolo, e chi ha avuto un passato glorioso, ma quassù ci è appena tornato e ci vuole rimanere, il Parma: un derby emiliano dal gusto di salvezza anticipata.

Scontro interessantissimo anche per la nostra Lega, si affrontano le prime due della classe: il Sassuolo capolista con 19 punti e il Parma secondo con 18.

 

Cronaca della partita

Primo Tempo:

  • 3’ VAR ANNULLA IL GOL AL SASSUOLO! L’arbitro aveva concesso il gol, ma poi grazie all’intervento della tecnologia, Piccinini annulla: Matri era in fuorigioco. Sospiro di sollievo per il Parma e per Sepe che in uscita l’aveva combinata grossa.
  • 15’ Occasione Sassuolo! Tiro da fuori di Berardi, deviazione di Demiral e parata d’istinto di Sepe.
  • 30’ Palo Sassuolo. Cross di Lirola, Locatelli in rovesciata manca il pallone che finisce tra i piedi di Boga. Il calciatore si coordina e calcia a giro sul palo più lontano scheggiandolo.
  • 40’ RIGORE PER IL PARMA! Bourabia affossa Barillà. In un primo momento l’arbitro lascia proseguire, poi interviene ancora il VAR… in effetti il rigore c’è tutto, Piccinini cambia idea, ancora, giustamente, e concede il rigore al Sassuolo.
  • 40’ CONSIGLI PARA IL RIGORE! Dal dischetto Ceravolo consegna il pallone tra le braccia di Consigli. Si resta fermi sullo 0-0.

Finisce il primo tempo con tante occasioni per il Sassuolo, anche se la più ghiotta capita tra i piedi di Ceravolo che la fallisce miseramente. Pareggio giusto.

Secondo Tempo:

  • 49’ Sassuolo ancora vicino al gol. Punizione battuta al centro da Berardi, sponda di testa di Ferrari per Peluso che da posizione ravvicinata indirizza verso la porta, ma sulla traiettoria e bravo con i pugni Sepe.

  • 57’ Monologo neroverde. Lirola apre sulla destra per Bourabia la mette al centro per Matri che però si lascia anticipare da Sepe, il pallone finisce all’altezza del dischetto sul quale si avventa Berardi che calcia a botta sicura e trova ancora Sepe che come un gatto si tuffa e mette in angolo. Fate una statua a quest’uomo!
  • 64’ Indovinate chi attacca? Ancora il Sassuolo! Crossi di Berardi da calcio di punizione, testa di Ferrari e palla che finisce di pochissimo. Questa volta Sepe sembrava battuto.
  • 73’ Bellissimo scambio tra Locatelli e Berardi, con quest’ultimo che la mette al centro per Matri che calcia a botta sicura, ma Iacoponi si immola e mette in angolo.
  • 78’ Sempre Sassuolo. Il Parma perde una brutta palla a centrocampo, Sensi avanza indisturbato e dal limite dell’area lascia partire un rasoterra che lambisce il palo.
  • 91’ Ecco il Parma! Ducali pericolosi con un esterno di Dimarco da fuori area, bello il tiro ma la palla finisce fuori di un paio di metri.

Finisce al “Mapei” il Sassuolo domina, crea, spreca, ma il muro del Parma non crolla e le due emiliane si prendono un punticino a testa e procedono a piccoli passi verso la salvezza.

 

Analisi della partita

Questo è stato il primo pareggio della storia tra le due emiliane.

Tra il furore della squadra di De Zerbi e l’attendismo della squadra di D’Aversa non vince nessuno. Questo dimostra che spesso più che moduli e atteggiamenti tattici la differenza la fanno i giocatori. Se hai quelli che la buttando dentro, bene, altrimenti so… altrimenti ti arrangi.

Se fosse stato un incontro di pugilato l’avrebbe vinto il Sassuolo ai punti per le tantissime occasioni sprecate, tuttavia anche il Parma ha i suoi rimpianti: il rigore sbagliato da Ceravolo.

Il Var è stato uno dei protagonisti della partita: fa cambiare due volte decisione all’arbitro. Viene utilizzato  al 3’ per annullare, giustamente, il gol a Matri e al 36’ per concedere l rigore al Parma per l’abbattimento di Barillà da parte di Bourabia.

Alla fine, guardando la classifica le due squadre si tengono stretto il punticino che le porta sempre più vicino alla salvezza.

 

Pagelle Sassuolo

Migliori:

  • Consigli 7. Un solo intervento… e che intervento! Bravo a intuire e respingere il rigore di Ceravolo.
  • Boga 6,5. Difficile da contenere. Crea tante palle gol.
  • Lirola 6,5. I suoi piedi danno il via a numerose azioni del Sassuolo.
  • Berardi 6,5. Gioca bene, crea tanto, gli manca il guizzo finale.

Peggiore:

  • Bourabia 5. Abbatte Barillà e rischia di affossare completamente la sua squadra.

 

Pagelle Parma

Migliori:

  • Sepe 7. Decisivo, soprattutto nella ripresa. Mantiene in piedi la baracca Parma.
  • Iacoponi 7. Davvero bravo, non sbaglia quasi nulla: anticipa, contiene e riparte, cosa si vuole di più?

 Peggiore:

  • Ceravolo 4,5. L’unica palla che gli procurano la fallisce.

 

Lega La partita sfigata

In cima alla classifica ci si aspettava un po’ di movimento in più. Invece non cambia nulla, piccolo passo in avanti delle prime due della classe che staccano le altre.

In realtà il Sassuolo fa un grande passo in avanti verso la vittoria. Ai neroverdi basterà battere il Frosinone alla 35° giornata per aggiudicarsi il titolo di primo Campione della Lega La partita sfigata.

CLASSIFICA 32° GIORNATA

 PuntiGVNPGFGSDR
SASSUOLO20135532327+6
PARMA19135441714+3
SPAL17124531416-2
EMPOLI16124442221+1
GENOA16124441516-1
CAGLIARI16124441519-4
FROSINONE14123541613+3
BOLOGNA1112255915-6

 

Anche per questa settimana è tutto.

Torniamo la settimana prossima con una doppia sfida: Cagliari-Frosinone ed Empoli-Spal.

Per il resto, come sempre, buon campionato a tutti!

 

Antonio Pastore