Parma al comando, spettacolo tra Spal ed Empoli, Farias gela Frosinone.

Dopo 3 settimane si torna a pubblicare.

Non sono stato affetto da mutismo, disturbi d’ansia sociale e nemmeno da improvvisa caduta di falangi, falangine e falangette.

Vi chiedo scusa miei bellissimi seguaci se vi siete sentiti persi senza gli aggiornamenti sulla Lega La partita sfigata. Ora cerchiamo di mettere ordine. Abbiamo un po’ di cose da recuperare:

  • Parma-Sassuolo della settimana scorsa;
  • Spal-Empoli di sabato e Frosinone-Cagliari di ieri;
  • La classifica aggiornata

Inizio subito col dire che non ci saranno le temutissime pagelle di nessuna di queste 3 partite. Bruttissima notizia, lo so, ma cascasse il mondo da qui a Natale non ne salto una, e se non dovessi mantenere la promessa ti devo una birra, però sarai tu a pretenderla con un bel messaggio minatorio su Fb o con un commento sotto il post sul blog.

Adesso, basta con le stronzate e torniamo alle partite!

Parma-Sassuolo

La settimana scorsa si è giocata Parma-Sassuolo, sfida al vertice nella Lega La partita sfigata.

Il Parma ha vinto per 2 a 1 grazie ai gol di Gervinho e Bruno Alves, e con questa vittoria passa al comando della classifica. Per il Sassuolo arriva la prima sconfitta nella Lega Lps e scende al secondo posto.

Parma-Sassuolo è stata anche la sfida tra due ex grandi del calcio italiano che giovani non lo sono più, ma che stanno facendo benissimo nonostante nessuno avrebbe scommesso un euro su di loro a inizio campionato, stiamo parlando di Gervinho e Boateng.

La sfida l’ha vinta 3 volte Gervinho: ha segnato, il suo Parma ha vinto e la squadra è al comando della Lega Lps.

 

Spal-Empoli

A Ferrara, Spal-Empoli finisce 2-2: un pareggio che alla fine accontenta tutti.

Doppietta di Kurtic per gli emiliani, Caputo e la bellissima rete di Krunic per i toscani.

La Spal è riuscita a pareggiare nonostante abbia giocato in dieci per tutto il secondo tempo a causa dell’espulsione di Cionek.

Nel primo tempo tantissime emozioni da entrambe le parti.

Al 4’ La Gumina si divora un gol a porta vuota. Sull’azione successiva la Spal non sbaglia e passa in vantaggio: angolo di Schiattarella, deviazione di testa di Kurtic e palla alle spalle di Provedel. La squadra di Iachini non si abbatte e al 24’ pareggia: bella verticalizzazione di Krunic per Caputo che controlla, entra in area e batte Gomis.

Kurtic ha la palla per riportare la Spal avanti ma sbaglia un rigore in movimento, complice anche la splendida parata di Provedel. Alla fine del primo tempo è l’Empoli a passare in vantaggio con uno splendido siluro dalla distanza di Krunic.

Il secondo tempo parte male per la Spal che dopo 4’ resta in dieci: espulsione di Cionek per fallo da dietro su La Gumina. L’inferiorità però non spegne la Spal, anzi la esalta e al 22’ pareggia ancora con Kurtic, ancora di testa. Al 32’ e al 39’ doppia grande occasione per l’Empoli con Caputo ma è bravissimo Gomis in entrambe le situazioni.

Al Mazza finisce con uno spettacolare 2-2. Un pareggio che vale come una vittoria per la Spal, per l’Empoli, invece, il rammarico di non aver sfruttato la superiorità numerica.

Nella Lega Lps gli emiliani restano 4°, penultimi i toscani.

 

Frosinone-Cagliari

Allo Stirpe Frosinone-Cagliari finisce 1-1. Il pareggio sardo lo segna Farias che ritrova il gol dopo un anno e consegna alla sua squadra il terzo pareggio di fila.

Partono bene i ciociari e al 14’ passano in vantaggio: apertura di Maiello per Zampano, assist all’indietro per Cassata che con un tiro a incrociare fulmina il portiere sardo.

Inizia la sfida personale tra Ciofani e Cragno: l’attaccante impegna il portiere in due occasioni con due colpi di testa.

Sulle fasce Padoin e Srna pagano a caro prezzo la freschezza dei più giovani Zampano e Beghetto.

Nel secondo tempo la musica non cambi e proprio con un gran tiro di sinistro di Beghetto il Frosinone sfiora il raddoppio. Ancora una volta Cragno si fa trovare pronto.

I sardi provano a farsi pericolosi con João Pedro ma spedisce alto di poco. Maran fa entrare Faragò e Farias e arrivano subito due palle gol per i sardi, entrambe con belle conclusioni di Pavoletti e altrettante belle risposte di Sportiello.

Al 23’ il Frosinone sfiora ancora il raddoppio con un diagonale di Chisbah deviato in corner da Cragno.

Al 34’ arriva la secchiata di acqua gelida sulle ambizioni ciociare: cross rasoterra di João Pedro dove Farias deve solo spingere in rete; il brasiliano torna al gol dopo un anno.

Nell’ultimo minuto di recupero sbattono sul muro Cragno le ultime speranze di vittoria del Frosinone con un’incredibile parata su Ciofani.

La corsa del Frosinone verso la prima vittoria in Serie A nel nuovo stadio viene fermata dalle super parate di Cragno e dal ritorno al gol di Farias dopo un anno di astinenza. È un pareggio che serve solo al Cagliari.

Nella Lega Lps il Frosinone sale a 7 punti, il Cagliari a 6.

 

CLASSIFICA 14° GIORNATA

PuntiGVNPGFGSDR
PARMA13641183+5
SASSUOLO1163211510+5
GENOA95302910-1
SPAL8622269-3
FROSINONE7514186+2
CAGLIARI66132810-2
EMPOLI55123911-2
BOLOGNA2502326-4