Genoa-Parma 1-3, Piątek illude.

Buongiorno,

rieccoci con l’altra sfida di giornata: Genoa-Parma.

Il Genoa insegue il suo terzo successo di fila che lo proietterebbe nelle zone alte della classifica. Di fronte il Parma, senza nove giocatori tra cui Gervinho e Inglese.

Ballardini non si fida delle tante assenze del Parma, visto che è una squadra che da anni è abituata a superare grandi difficoltà.

Nella Lega La partita sfigata, sfida nella zona alta. 9 punti per il Genoa, 6 per il Parma.

Tutto pronto al “Marassi”.

Primo tempo:

  • 6’ PIĄTEK, GOL DEL GENOA! Lazovic sfugge sulla sinistra, cross al centro e il polacco mette dentro. Subito Genoa in vantaggio. Nona rete in campionato per Piątek
  • 16’ RIGONI, GOL DEL PARMA! Arriva il gol dell’ex. Angolo battuto da Siligardi, Radu è disturbato da Di Gaudio e Rigoni da due passi mette in rete. Pareggio emiliano!
  • 21’ Orrore di Sepe! Innocuo cross di Lazovic, la palla sul rimbalzo si impenna e Sepe è fortunato perché la palla finisce sopra la traversa.
  • 24’ Ancora Lazovic. Dalla sinistra supera Stulac e lascia partire un diagonale, ma questa volta è bravo Sepe a mettere in angolo.
  • 25’ Palo Genoa. Calcio d’angolo, testa di Piątek, la palla finisce sul palo e Sepe salva. Il polacco esulta deve intervenire la goal line technology. Non è gol, la palla non ha superato interamente la linea di porta per meno di un centimetro. Sfortunato il Genoa.
  • 26’ SILIGARDI, GOL DEL PARMA! Azione personale di Siligardi che si accentra in area di rigore e calcia un gran diagonale che batte Radu. Parma in vantaggio!
  • 31’ CERAVOLO, GOL DEL PARMA! Lancio di Barillà per Ceravolo completamente solo che con un pallonetto di testa batte Radu. 3-1 per il Parma! Ceravolo torna a segnare in Serie A dopo 8 anni.
  • 36’ Gol annullato al Genoa. Cross dalla sinistra, Piątek la sfiora e Criscito tutto solo la mette dentro. Ma al momento del tocco del polacco, Criscito è di pochissimo in fuorigioco.

Primo tempo finisce: Genoa-Parma 1-3! Partita molto bella e divertente. Tantissime occasioni per il Genoa, ma il Parma è stato bravo nelle ripartenze, meno la difesa genoana.

Secondo tempo:

  • 46’ Parte forte il Genoa con Lazovic che lascia partire un gran tiro da fuori area che lambisce il palo.
  • 48’ Ancora cross di Lazovic, per la testa di Bessa, ma la palla è centrale e Sepe blocca senza problemi.
  • 54’ Angolo per il Parma, testa di Ceravolo e grandissima parata di Radu.
  • 80’ ci prova Bessa. Legnata da fuori area, Sepe la vede all’ultimo e si rifugia in angolo.
  • 82’ grande galoppata di Bessa, apre sulla sinistra per Gran tiro e ancora Sepe la mette in angolo.

La partita finisce. Il Parma batte 3-1 il Genoa e conquista 3 punti d’oro. I ducali scavalcano i liguri e salgono a 13 punti in classifica.

Piątek colpisce anche stavolta, sono 9 reti in 7 partite, più le 4 di coppa.

Per intensità e qualità delle giocate sembrava una partita scudetto.

Il Genoa ha dato spettacolo con il tandem Lazovic-Piątek producendo tiri in quantità industriale, mentre un cinico Parma ha sfruttato alla grande le marcature disattente dei difensori genoani.

Nella ripresa Ballardini ha rischiato il tutto per tutto con tre punte centrali, ma il Parma è riuscito a difendere il suo bottino.

Nonostante la sconfitta, la curva del Genoa ha applaudito i suoi giocatori, riconoscendo di aver lottato fino alla fine con quel continuo bombardamento che ha obbligato Sepe a un super lavoro.

Grande festa invece nel settore ospiti.

Pagelle.

GENOA1PARMA3
RADU

Grandissima parata su Ceravolo, ma ha sulla coscienza il gol del pareggio del Parma.

5SEPE

La sua porta viene bombardata. Miracoloso sul palo di Piątek. Commette solo un grosso errore, ma gli va bene.

 

7
BIRASCHI

Non ha colpe specifiche, ma è meno attivo del solito

5IACOPONI

Nel primo tempo soffre Lazovic, nel secondo Kouamé.

 

5,5
SPOLLI

Prima si fa saltare da Siligardi, poi si addormenta su Ceravolo.

4ALVES

Svolge bene il suo lavoro, nonostante Piątec.

 

6
CRISCITO

Sempre fuori posizione. Sporca il tiro di Siligardi ed è fuori posizione su Ceravolo.

4,5GAGLIOLO

Si perde subito Piątek, poi si rifà.

 

 

 

6
PEREIRA

Poco presente nella manovra, tuttavia Di Gaudio non lo impensierisce

5,5GOBBI

Tiene bene. Soffre un po’ nella ripresa quando il Genoa schiera il tridente.

 

6
SANDRO

Si fa sempre anticipare da Stulac, meglio in fase difensiva.

5,5RIGONI

Puntuale sul corner di Siligardi. Il suo gol dà la svolta alla partita.

 

6,5
HILJEMARK

Invisibile

5STULAC

Domina Pereira. Grande gara. Si sacrifica molto per la squadra.

 

7
LAZOVIC

Grande primo tempo. Mette almeno 3 palloni in mezzo. Viene spostato da Ballardini nel secondo tempo e cala un po’.

6,5SILIGARDI

Assist, gol, recupera palloni. Uno dei migliori in campo.

7,5
MEDEIROS

Inesistente, dopo 45’ viene giustamente sostituito.

5BARILLÀ

Tanta qualità, tanta personalità, ancora una grande prova. Il migliore in campo. Delizioso l’assist a Ceravolo.

 

7,5
KOUAMÉ

Tanto movimento, poca sostanza.

6CERAVOLO

Sfrutta in modo perfetto l’assist di Barillà e torna a segnare in Serie A dopo 8 anni. Nel finale sfiora la doppietta.

 

7
PIĄTEC

Nove gol in sette partite. È un pericolo costante. Sfortunato sul palo.

 

7

 

DI GAUDIO

Tanto fumo.

5
FAVILLI (dal 46’)

Sostituisce quel fantasma di Hiljemark. Sfiora il gol nel finale.

6BASTONI (dal 61’)

Entra per dare una mano alla difesa che è in affanno. Riesce nella missione.

 

6,5
BESSA (dal 46’)

Fa quello che non fa Medeiros nel primo tempo. Bravo.

6,5DA CRUZ (dal 67’)

Ingresso inutile. Perde tantissimi palloni.

 

5

 

MAZZITELLI (dal 71’)

Il suo lo fa, ma ha troppo poco tempo per incidere sulla partita.

6DEIOLA (dal 77’)

Utile nell’assedio finale

 

 

6

 

Nella Lega La partita sfigata, il Parma aggancia il Genoa al secondo posto con 9 punti.

Per questa giornata è tutto.

Appuntamento a dopo la sosta delle nazionali.

Buon campionato a tutti,

 

Antonio