Sassuolo-Spal: Europa o salvezza?

Breadcrumb Navigation

Sassuolo-Spal di domenica pomeriggio sarà una partita fondamentale per tutte e due le squadre: poter continuare a lottare per un posto in Europa, lontano 8 punti, per i neroverdi, e lottare per la permanenza in serie A, zona retrocessione distante 4 punti, per i biancazzurri.

Entrambe le squadre arrivano da un pareggio e due sconfitte consecutive. L’ultima vittoria risale al 27 gennaio: Sassuolo-Cagliari 3-0 e Parma-Spal 2-3.

 

Analisi sulle squadre

Il Sassuolo nelle ultime due giornate ha subito un doppio 3-0 contro Juventus e Empoli. Per i neroverdi questa può rappresentare la partita del riscatto, la partita che serve per poter restare aggrappati ancora al sogno europeo.

 

La Spal arriva dal pareggio contro il Torino e da due sconfitte consecutive contro Atalanta e Fiorentina, vedendosi avvicinare pericolosamente la zona retrocessione. La squadra di Semplici ha bisogno di fare punti su un campo difficile e contro una squadra che ha voglia di rifarsi dopo le ultime deludenti prestazioni.

 

I precedenti

I precedenti in serie A fra le due squadre sono solo 3 e sorridono ai padroni di casa: un pareggio e due vittorie per i neroverdi. All’andata, a Ferrara, finì 2-0 per il Sassuolo.

L’unico precedente al Mapei Stadium è della stagione scorsa e si concluse con un pareggio per 1-1.

 

Il cammino delle due squadre

Il Sassuolo in casa ha collezionato 17 punti perdendo solo tre volte contro Milan, Atalanta e Juventus; un dato poco rassicurante è che, a fronte dei 22 gol siglati tra le mura del Mapei Stadium, Consigli e compagni hanno incassato ben 24 gol.

Tuttavia, il ruolino di marcia della Spal in trasferta non è dei migliori: solo tre vittorie, un pareggio e ben otto sconfitte, con 11 gol segnati e 20 subiti.

 

I più attesi

Sicuramente tra gli uomini più attesi in casa spallina c’è Andrea Petagna, autore di 9 dei 21 gol totali della squadra. È reduce da 3 gol nelle ultime 4 partite e ora deve dimostrare di poter caricarsi la squadra sulle spalle e portarla alla salvezza.

Chi è atteso in casa Sassuolo è, invece, Khouma Babacar, il quale non riesce a trovare la via del gol dal 26 gennaio e ha bisogno di migliorare la sua freddezza sotto porta.

Chi potrebbe essere una sorpresa di giornata è Mirko Antenucci, che non segna addirittura dall’11 novembre e i suoi tifosi si augurano di uscire da questa astinenza proprio in questa partita.

Da segnalare due pesanti assenze, una per parte: Berardi e Lazzari, pilastri delle proprie squadre e dovranno essere sostituiti al meglio.

 

Probabili formazioni

Sassuolo 4-3-3: Consigli; Lirola, Magnani, Peluso/Ferrari, Rogerio; Duncan, Sensi, Locatelli; Brignola/di Francesco; Babacar, Djuricic.

 

Spal 4-4-2: Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi, Costa/Dickmann; Fares, Missiroli, Valoti, Kurtic; Petagna, Antenucci/Paloschi.

 

Lega La partita sfigata

Nella Lega La partita sfigata il Sassuolo capolista a quota 18 punti può staccare proprio i rivali della Spal dando un bel segno al campionato.

Una vittoria della Spal, invece, riaprirebbe la lotta al vertice, non solo per i biancazzurri, ma anche per Genoa e Parma su tutte.

 

Appuntamento a domenica ore 15.00 e… buona partita sfigata a tutti.

 

 

Giuliano Ortu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
>