EMPOLI-PARMA: OBIETTIVO SALVEZZA!

Breadcrumb Navigation

Sabato 2 marzo alle 18:00 andrà in scena Empoli-Parma, gara sfigata della 26° giornata di Serie A.

La salvezza è l’obiettivo comune di entrambe le squadre: il Parma che prova a chiudere questo discorso il più in fretta possibile, e l’Empoli che dovrà fare di tutto per vincere e tenere lontano il Bologna terzultimo, lontano appena 3 punti.

 

I precedenti

Visti i precedenti, il segno X sembra quello meno plausibile e forse anche meno gradito rispetto a quelle che sono le ambizioni delle due squadre. Il pareggio al “Castellani”, tra le due squadre, si è verificato solo 3 volte su 20 partite totali. Sono 11 le vittorie dei toscani, 6 quelle degli emiliani.

Se contiamo anche le partite lontane dal Castellani le statistiche, invece, sorridono al Parma. Infatti su 43 incontri totali tra serie A e serie C sono 25 le vittorie parmensi, 14 quelle azzurre e solo 4 i pareggi. Con questi numeri ci aspettiamo una partita ricca di gol, il che non sarebbe male soprattutto per i tifosi neutrali.                                            Tra i precedenti ricordiamo una partita molto divertente e spettacolare nella stagione 1998/1999 finita per 3-5 in favore dei ducali. Andarono a segno: per l’Empoli, Pane e due volte Di Napoli, per il Parma doppietta di Fuser, Boghossian, Fiore e il grande Hernan Crespo.

Nel campionato in corso, la gara di andata fu vinta dal Parma per 1-0 grazie alla rete di Gervinho.

 

I precedenti dell’arbitro con Empoli e Parma

L’arbitro del match sarà Marco Di Bello di Brindisi. Sono 13 i precedenti con l’Empoli, conditi da 4 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. Arbitro molto equo, in quanto a risultati, per i padroni di casa. L’ultima gara risale al 2-2 del Castellani tra Empoli e Chievo.

Di Bello dirigerà per la quinta volta il Parma, la prima in questa stagione. Nei 4 precedenti registriamo 2 vittorie, un pareggio e una sconfitta. Per ora positivo il bilancio della squadra ducale, seppur con pochi precedenti alle spalle.

 

In che condizione arrivano Empoli e Parma alla sfida?

L’Empoli ha conquistato 4 punti nelle ultime 5 partite: vittoria 3-0 contro il Sassuolo, pari contro Chievo e Cagliari, entrambi per 2-2, e due sconfitte contro Milan e Genoa. Il ruolino di marcia non è dei migliori, ma il Parma è riuscito a fare peggio, visto che non vince dal 19 gennaio, in occasione dell’1-2 a Udine. A conferma di ciò c’è un dato inquietante per la squadra di d’Aversa: un solo punto conquistato nelle ultime 5 gare a Torino contro la Juventus in un rocambolesco 3-3, poi 4 sconfitte pesanti contro Spal, Inter, Cagliari e Napoli.

Indubbiamente per i crociati c’è bisogno di una scossa.

 

L’Empoli al “Castellani”

L’Empoli, tra le mura amiche, ha conquistato 17 punti, frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte. Dato preoccupante riguarda la difesa: è, insieme al Chievo, la seconda peggior difesa della seria A con 48 gol subiti, uno in meno del Frosinone. Per usare un eufemismo, per la salvezza c’è qualcosa da rivedere lì dietro.

Bomber Ciccio Caputo ha realizzato 11 dei 30 gol totali dell’Empoli. L’attacco riesce a sopprimere leggermente i problemi difensivi degli azzurri, ma questo potrebbe non bastare. Se le prime posizioni si raggiungono grazie alle difese, figuriamoci le salvezze.

 

Il Parma in trasferta

Lontano dall’Emilia il Parma ha collezionato 16 punti, frutto di 5 vittorie, 1 pareggio e 6 sconfitte.

I ducali hanno incassato 37 gol totali, 19 in trasferta e 18 in casa: sono ben distribuiti, per non fare figli e figliastri.

L’attacco è il quattordicesimo della serie A: 25 gol fatti. Ci si potrebbe chiedere il perché di questo dato, visto la presenza di Inglese e Gervinho in rosa. Tale dubbio è presto chiarito: i due hanno realizzato 8 gol a testa, 16 dei 25 totali. Dunque è chiara la difficoltà della squadra di portare altri giocatori in zona gol.

 

Chi sono i calciatori più attesi?

Caputo è reduce da appena 3 gol nelle ultime 10 partite e non segna dal 2 febbraio in occasione del pareggio casalingo per 2-2 contro il Chievo. I tifosi chiedono a gran voce il suo ritorno al gol per poter esultare e brindare con casse di birra Pagnotta (birra che sponsorizza su Instagram) insieme a lui, che vista la sua esultanza, siamo certi che un brindisi non lo rifiuterebbe.

Nel Parma tutti attendono Gervinho, che non segna dalla doppietta rifilata alla Juventus nel pari per 3-3. Chissà, per tornare al gol, oltre alla sua velocità, potrebbe ricorrere ad un escamotage: togliersi di dosso la bandana per poter spaventare la difesa empolese e avere strada libera per battere il portiere Dragowski. E ciò non sarebbe neanche tanto male per i fantallenatori italiani che attendono il suo +3.

 

Probabili formazioni

Empoli: Dragowski; Veseli, Silvestre, Dell’orco, Di Lorenzo, Acquah/Traorè, Bennacer, Krunic, Pasqual, Farias/La Gumina, Caputo

Parma: Sepe, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi, Kucka, Rigoni/Machin, Barillà, Biabiany/Siligardi, Inglese, Gervinho.

 

Lega La partita sfigata

Per la “Lega La partita sfigata” si tratta di una gara tutta da vivere: l’Empoli, in caso di vittoria, potrebbe scalzarsi dal terzultimo posto e tornare clamorosamente in corsa per il titolo. Il Parma, invece, ha bisogno di ritrovare le proprie certezze e deve cercare di accorciare il distacco sulla capolista Sassuolo, per ora a +5.

 

Grazie a tutti e auguriamoci che questa partita sfigata possa portare divertimento e buon calcio.

Buon campionato a tutti.

 

Giuliano Ortu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
>