Frosinone-Parma: ultima spiaggia per i ciociari.

Breadcrumb Navigation

Nel turno infrasettimanale della Serie A, valido per la trentesima giornata di campionato, andrà in scena Frosinone-Parma.

Frosinone reduce da una buona prova contro la Spal, pur non ottenendo un risultato positivo: la partita è terminata sul punteggio di 0-1. Le occasioni per la salvezza si stanno riducendo allo stremo e ora non si può più sbagliare: occorre togliere il numero 0 dalle vittorie casalinghe e iniziare a inanellare prestazioni e, soprattutto, risultati positivi. Anche se, a questo punto della stagione, potrebbe risultare totalmente inutile. Ma si sa, la speranza è l’ultima a morire!

Al “Benito Stirpe” arriva un Parma molto altalenante, invischiato in una lotta salvezza che qualche mese fa, pareva questione chiusa. Ora servono punti vitali che possano allontanare ogni tipo di paura e permettere un finale di stagione più agevole.

  

I precedenti tra le due squadre

I precedenti tra le due neopromosse di questo campionato sono quattro: tre in serie B e uno solo in serie A. Nella serie cadetta: due vittorie del Parma e una vittoria del Frosinone. L’unico precedente nella massima serie è il match dell’andata e il risultato fu uno sterile 0-0: al Tardini regnò l’equilibrio e la noia.

 

Le condizioni di forma di Frosinone e Parma

Condizione peggiore di quella del Frosinone, probabilmente, non ci può essere: diciannovesimo posto in classifica, 10 punti di distacco dalla zona salvezza, peggior attacco e terzultima difesa della serie A, l’unica squadra a non aver mai vinto in casa. A questo aggiungiamo che i ciociari non vincono dal 10 febbraio scorso in occasione della vittoria per 0-1 allo stadio Marassi contro la Sampdoria; dopo questa vittoria sono arrivate 5 sconfitte e un pareggio contro il Genoa, sempre a Marassi. Se il campionato si giocasse solo a Genova, probabilmente il Frosinone sarebbe in zona Champions. Tutti questi sono dati disastrosi per un club che vuole salvarsi e prolungare la propria permanenza nella massima serie. Nonostante ciò, con una vittoria si potrebbe ancora nutrire una fievole speranza di salvezza.

PARMA, ITALY – NOVEMBER 04: Joel Campbell of Frosinone Calcio in action during the Serie A match between Parma Calcio and Frosinone Calcioat Stadio Ennio Tardini on November 4, 2018 in Parma, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Parma occupa l’undicesimo, a quota 33 punti, posto in compagnia di Cagliari e Genoa. La situazione, per chi guarda la graduatoria senza analizzare la situazione delle varie squadre, potrebbe sembrare tranquilla, ma in realtà non è propriamente così: nelle ultime 10 partite di campionato, i gialloblù hanno ottenuto solo 2 vittorie, 2 pareggi e ben 6 sconfitte. Disastrose le ultime due partite perse per 4-1 contro la Lazio e per 1-3 contro l’Atalanta. Chi all’inizio pensava che il Parma potesse lottare per l’Europa League si è sbagliato di grosso perché ora la zona calda si è avvicinata e D’Aversa ha bisogno di punti fondamentali per la permanenza in serie A.

  

Il Frosinone in casa

Il rendimento casalingo del Frosinone può essere descritto con una sola parola: drammatico! I numeri parlano chiaro: su 14 partite giocate in casa si contano 9 sconfitte e 5 pareggi. I ciociari non vincono in casa da quasi un anno: l’ultima gioia è arrivata nella serie cadetta, il 5 maggio 2018, contro il Carpi con il risultato di 1-0. In quell’occasione segnò Dionisi. Altro dato inquietante: in sole due partite casalinghe la squadra di Baroni non ha preso gol. C’è bisogno di una svolta.

 

Il Parma in trasferta

I gialloblù hanno uno score di tutto rispetto lontano dalle mura amiche: 5 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte. Nella speciale classifica delle partite fuori casa sarebbe addirittura in lotta per un posto in Europa. Tuttavia, il Parma non vince in trasferta dal 19 gennaio scorso, in occasione della partita vinta a Udine per 1-2 con i gol di Inglese e Gervinho, i grandi assenti di questa giornata. Se questo dato preoccupa, si può smorzare la tensione con una statistica positiva per i tifosi ducali: il Parma, nelle ultime 6 trasferte, è riuscito a segnare sempre almeno un gol. Così i tifosi che seguiranno la squadra al “Benito Stirpe” avranno una speranza di poter esultare.

L’arbitro di giornata

Dirigerà l’incontro il signor Gianluca Manganiello di Pinerolo.

Manganiello ha diretto il Frosinone in quattro occasioni: si contano 2 pareggi e 2 sconfitte. Altro dato preoccupante e negativo per la squadra di casa, se ancora ce ne fosse bisogno…

Il Parma, invece, è stato diretto da Manganiello in 3 occasioni, nelle quali regna l’equilibrio: una vittoria, un pareggio, una sconfitta.

Curiosità: Manganiello ha diretto anche l’incontro dell’andata, finito per 0-0.

 

Chi sono i calciatori più attesi?

Per quanto riguarda il Frosinone, continuiamo a credere in capitan Ciofani: deve prendere la squadra in mano, deve metterci la faccia, deve condurre Baroni verso la vittoria, deve fare gol, deve dare forza, deve anche portare le borracce, tracciare le linee del campo, vendere i biglietti, portare le bandiere per i tifosi, e anche i fumogeni: insomma, deve fare di tutto per la salvezza del suo Frosinone.

Nel Parma si attende, a sorpresa, Ceravolo: si ritrova titolare, vista l’indisponibilità di Inglese e la quasi certa assenza di Gervinho, ancora acciaccato. Ha un’opportunità enorme di poter dire la sua, visto che il suo score non è stato dei migliori in questa stagione: in 17 presenze ha segnato un solo gol in occasione di Genoa-Parma, ottava giornata del girone d’andata. Il bomber può tornare e, con un Frosinone in netta difficoltà, può dare spettacolo.

Chi invece è leggermente calato di rendimento è Juraj Kucka: il guerriero ha bisogno di tornare più forte di prima, così come tutto il Parma. In questa partita ha l’occasione di poter tornare in forma e di togliersi anche qualche soddisfazione, magari con un bel gol dei suoi.

 

Probabili formazioni

Frosinone: Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano/Ariaudo, Ghiglione/Zampano; Chibsah, Maiello, Valzania, Beghetto; Ciano Pinamonti/Ciofani.

Parma: Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Dimarco/Bastoni, Barillà/Rigoni, Scozzarella, Kucka; Siligardi, Ceravolo, Sprocati/Schiappacasse.

 

Lega Sfigata

Nel nostro campionato sfigato, il Parma, a quota 18 punti, ha l’occasione della vita: dista un solo punto dalla capolista Sassuolo e può scalzare i neroverdi dalla loro posizione. C’è bisogno di una grande prestazione che potrebbe valere il titolo di primi campioni della Lega Sfigata.

Il Frosinone, invece, agganciato nella giornata precedente dal Bologna, vuole concludere questo campionato degnamente e non vuole essere la Cenerentola di turno. Desidera rialzarsi e scansarsi dall’ultimo posto e questa può essere l’occasione buona.

 

Per ora, dunque, è tutto. Vi diamo appuntamento per mercoledì 3 aprile, ore 21:00, per Frosinone-Parma!

Buon calcio, buon divertimento e buona partita sfigata a tutti. Come sempre, che vinca il migliore!

 

Giuliano Ortu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
>